Studi sull’imbarazzo

gennaio 17, 2008

Di Ylenia Battistelloimbarazzo-1.jpg

Recenti studi dimostrano che i lobi frontali del cervello coprono un ruolo essenziale nel legame fra la sensazione di imbarazzo e il comportamento sociale. Sembra infatti che chi ha subito una lesione in quest’area conservi la capacità di provare imbarazzo, ma non per gli stessi stimoli che normalmente lo provocano nelle persone sane. Ne risulta una maggiore intimità e confidenza, anche di fronte a persone estranee.
Il caso di un paziente soggetto a crisi apoplettiche per un tumore nell’area frontomediale destra conferma questi studi. Le crisi, infatti, non provocavano solo dolore ma erano accompagnate anche da un inspiegabile sentimento di profondo imbarazzo, che causava nel paziente la sensazione di aver detto qualcosa di estremamente stupido.

Annunci