Abbate a “Conversazioni Interattive”: creatività e innovazione nei momenti di crisi per uscirne

novembre 16, 2009

Gianandrea Abbate: “In realtà quello che sta uccidendo il mercato è proprio la mancanza di creatività ed innovazione poiché la maturazione dei mercati e la creazione di mercati solo “di sostituzione” (come quelli delle lavatrici, delle automobili, ecc) ha creato una situazione in cui il consumatore compra prevalentemente in sostituzione del prodotto precedente. Questa situazione esiste proprio perché i mercati sono praticamente “fermi”. Avere il desiderio di cambiare un prodotto è qualcosa che sopraggiunge quando sul mercato c’è un’offerta nuova, interessante ed innovativa. Quando c’è un’innovazione vera i mercati cambiano anche nel giro di pochi mesi. Pensiamo alla fotografia digitale: in due anni è cambiato totalmente il mercato di riferimento”.

Annunci

Il libro Emotional design di Donald Norman

dicembre 3, 2008

‘Emozione’ è oggi una delle parole chiave per il mondo del design (e parliamo di design in generale, non dei siti web): anche la settimana del design a Milano, nello scorso aprile, era dedicata alle emozioni. In questo libro Norman riconosce che le sue concezioni precedenti, tutte impostate sulla funzionalità e sull’usabilità, erano limitate e limitative: non si può non tenere conto del piacere che ci procurano o meno gli oggetti che usiamo quotidianamente. Quello che ciascuno di noi è, è determinato anche dagli oggetti che usiamo: li scegliamo, li apprezziamo non solo per la funzione che svolgono per noi, ma anche per le sensazioni che ci danno. L’analisi di Norman è piena di esempi illuminanti, ma anche ricchi di humour: la serietà scientifica non ostacola la leggibilità e la piacevolezza del testo.
Donald Norman, psicologo, uno fra i maggiori esperti mondiali di ergonomia e interazione uomo-macchina, è ben noto ai lettori italiani: ha pubblicato ‘La caffettiera del masochista’.



Il nostro contributo al libro Impresa 4.0

novembre 18, 2008

Di Fabrizio Bellavista

È con piacere che ho risposto all’invito di Franco impresa-40Giacomazzi e Marco Camisani Calzolari a fare un intervento nel loro libro ‘Impresa 4.0‘, appena presentato al Politecnico di Milano, perché in esso trovo quel ‘fare il punto’ che, pur in una visione di marketing liquido, è periodicamente necessario quanto è indispensabile una bussola per viaggiare. Qui di seguito uno stralcio dell’intervento all’interno del libro: “È ormai appurata la qualità dei segnali decifrati attraverso una serie di nuovi strumenti dedicati a cogliere i feed back dell’utente, a profilarlo attraverso form unitamente al monitoraggio dei tracciati di navigazione e all’attenta osservazione della texture relazionale che si crea soprattutto nelle varie forme di social networking. Ma è altrettanto vero che la parte emozionale resta ancora troppo poco indagata e approfondita. Il responsabile marketing dell’azienda chiede, con insistenza, più precisione nella decifrare le reazioni della mente del consumatore…”.