Il cervello e la natura sociale dell’uomo

Alvin GoldmanIl filosofo Alvin Goldman illustra su Il Sole 24 Ore del 21 settembre 2008 la sua teoria esposta in Simulating Minds: The Philosophy, Psychology and Neuroscience of Mindreading. Partendo dalla “teoria della mente” e passando per la “teoria della simulazione”, illustra il paradigma dell’ “immaginazione di rappresentazione” per dimostrare che le cognizioni sociali dell’uomo dipendono dal cervello e si basano sul comportamento speculare che riguarda la sfera delle sensazioni fisiche, delle emozioni e delle intenzioni motorie.
La “teoria della mente” (campo di ricerca all’incrocio tra la psicologia dello sviluppo, la neuroscienza cognitiva e la filosofia) asserisce che le persone prevedono, a partire da stati della mente, le azioni di persone di pari condizione sociale. La “teoria della simulazione” afferma che la comprensione reciproca tra persone avviene utilizzando la propria mente (leggendo nella mente altrui, replicando e classificando) per identificarsi con gli altri.
Alvin ha ipotizzato una forma di simulazione in più rispetto alle precedente teoria, di livello superiore, definita “immaginazione di rappresentazione”, che racchiude il passaggio dalla propria prospettiva a quella di un’altra persona. “La capacità di proiettare il sé in tempi, luoghi e menti diverse costituisce una delle nostre attività cognitive maggiormente centrali, che può essere parte integrante di tutto ciò che rende gli uomini creature sociali e morali” afferma Goldman.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: